drammaturgia e conduzione dal vivo di Carlo Presotto
in collaborazione con RiverLand asd

durata della discesa 1 ora e mezza circa
durata complessiva dell’uscita 3 ore circa

Del quartiere dei Ferrovieri, a sud-ovest della città, fino al centro storico di Vicenza, passando per la sua antica porta d’acqua: un percorso sul Retrone che ci restituisce il punto di vista sulla città da quella che per centinaia di anni è stata una delle principali vie di accesso per merci e viaggiatori.

Packraft (canoe monoposto ultraleggere) e pagaie con cui sarà facile e immediato prendere confidenza, per lasciarsi trasportare dolcemente dalla corrente accompagnati da racconti sul paesaggio circostante e sul rapporto, delicato e spesso conflittuale tra l’uomo e il fiume.

Avvicinandosi da sud alla città, si costeggerà la stazione ferroviaria, fino ad arrivare all’ansia di Santa Libera dove si spalanca il panorama mozzafiato sulla città palladiana. Scivolando tra i palazzi rinascimentali si entrerà da Ponte Furo, una delle porte d’acqua medievali di Vicenza: da qui in poi, gli occhi si riempiranno di scoperte, incontrando i resti del porto romano, le numerose arcate – ora interrate – che fungevano da ricovero per le barche, il ponte veneziano di San Michele e quello medievale delle Barche, fino al rientro all’altezza del Teatro Astra.

E lo sguardo sulla città non sarà più lo stesso.

L’evento si inserisce nell’ambito di “L’estate a Vicenza” , un progetto del Comune di Vicenzarealizzato con il sostegno di AIM Gruppo e in collaborazione con Theama Teatro, Stivalaccio, Ensemble e La Piccionaia.

Informazioni utili

  • Le acque del Retrone sono molto tranquille. Per partecipare non è necessaria alcuna esperienza pregressa: è sufficiente saper nuotare.
  • Generalmente non c’è il rischio di bagnarsi, ma qualche schizzo d’acqua è possibile. Si consiglia per questo di portare con sè un abbigliamento di ricambio che sarà preso in custodia dall’organizzazione e potrà essere utilizzato al rientro, in caso di necessità.
  • Dal luogo di ritrovo, davanti al Teatro Astra, i partecipanti verranno accompagnati da un servizio di bus-navetta al luogo di imbarco, a Parco Retrone. Il percorso fluviale si concluderà all’altezza del Teatro Astra.
  • Si consiglia di indossare un abbigliamento comodo, preferibilmente sintetico, e scarpe da ginnastica (senza calzini) o sandali tipo teva o crocs (no infradito).
  • Chiavi di casa, delle automobili e altri piccoli effetti personali potranno essere portati con sé durante la discesa all’interno di sacche stagne collettive che verranno messe a disposizione dall’organizzazione e saranno trasportate sul gommone-guida.

Guarda il trailer