Il Gazzettino, 16.07.2018
di Roberto Cervellin

VICENZA – Poltroncina e palcoscenico? Macché. Canoa e pagaia. Oggi il teatro si fa a bordo di un packraft.Navigando su uno dei principali fiumi di Vicenza, il Retrone, e ascoltando con le cuffie wireless storie e segreti della città.

Si chiama “Silent play fluviale”. E’ la frontiera 2.0 della produzione teatrale firmata dalla Piccionaia. Quella che esce dalla sala per andare a conoscere il territorio. Nel capoluogo berico il “Silent play” si sperimenta ormai da qualche anno con tanto di percorsi didattici a piedi tra vicoli e palazzi nonché in basilica palladiana. Sempre con le cuffie.

Ma l’uso dell’imbarcazione è una novità recente. L’appuntamento è per sabato 21 e domenica 22 luglio alle 9 e alle 16 al parco Retrone dei Ferrovieri. A bordo della monoposto ultraleggera si solcherà il fiume fino al centro. Si costeggerà la stazione, Santa Libera e, scivolando tra i monumenti rinascimentali, si toccheranno i ponti Furo, San Michele e Barche e infine l’Astra, il teatro gestito dalla compagnia di Carlo Presotto.

Quest’ultimo curerà drammaturgia e conduzione dal vivo dell’escursione che durerà 3 ore. Partecipare costerà 35 euro (gli under 14 pagano 20 euro). Il luogo d’incontro sarà lo stesso Astra, dal quale partirà una navetta alla volta del parco. 

Gli organizzatori consigliano un abbigliamento comodo, possibilmente sintetico, sandali o scarpe da ginnastica senza calzini, ma niente infradito. «Non c’è il rischio di bagnarsi, ma qualche schizzo d’acqua è possibile. Si consiglia di portare il ricambio – aggiungono – Chiavi di casa e delle auto si possono tenere in sacche stagne collettive. Per partecipare non è necessaria alcuna esperienza: è sufficiente saper nuotare». Informazioni allo 0444323725 e su info@teatroastra.it.

Leggi l’articolo sul sito de Il Gazzettino